Miglior Tastiera MIDI: Guida alla scelta con classifica top7

Una tastiera MIDI, dove il MIDI sta per Musical Instrumental Digital Interface, è uno strumento digitale che produce segnali analizzabili tramite un dispositivo come un computer, permettendo di replicare un determinato suono senza avere a disposizione uno strumento specifico.

Alcuni non la vedono molto diversa da una normale tastiera musicale, visivamente possono sembrare effettivamente la stessa cosa, ma la differenza in realtà è netta. La tastiera musicale difatti produce in maniera diretta suoni tramite amplificazione, mentre la tastiera MIDI non è pensata per suonare in maniera diretta.

La tastiera MIDI riproduce suoni, effetti e strumenti musicali trasmettendo dei segnali digitali ad un dispositivo, permettendo di poterli modificare con appositi software successivamente.

Utilizzo di una tastiera MIDI

Offerta1
AKAI Professional MPK Mini MK3 - Tastiera MIDI Controller USB a 25 Note con 8 Drum Pad...
  • Controller MIDI alimentato via USB con 25 mini tasti MIDI sensibili alla velocity per la produzione musicale, controllo dei synth virtuali e la produzione di beat
Offerta2
M-Audio Keystation 49 MK3 – Controller MIDI USB, Tastiera Muta a 49 tasti, Controlli Assegnabili,...
  • Massima espressività: 49 tasti full-size sensibili alla velocity e dal tocco naturale, grazie ai quali è possibile riprodurre fedelmente ogni minima sfumatura dell'esecuzione strumentale
Offerta3
M-Audio Keystation Mini 32 MK3 - Tastiera MIDI Controller USB Portatile, 32 mini tasti, Mini-USB e...
  • 32 tasti a basso profilo sensibili alla velocity e dal tocco naturale per riprodurre fedelmente ogni minima sfumatura dell'esecuzione strumentale
4
AKAI Professional LPK25, Controller tastiera MIDI USB con 25 Tasti Synth Reattivi per Mac e PC,...
  • Tasti piccoli, grandi prestazioni - Controller-tastiera MIDI con 25 tasti reattivi per suonare con tocco e dinamica; Goditi l’espressività in scrittura, composizione, jam, melodie, bassi e altro
6
AKAI Professional APC Key 25 MK2, Tastiera MIDI a 25 Tasti Controller USB MIDI per Lancio delle Clip...
  • Controllo totale - La tastiera controller USB MIDI per Ableton Live ha 25 note in stile synth e tasti di ottava dedicati per ampliare il range melodico
Offerta7
Arturia MiniLab 3, 25 controller MIDI Slim-Key USB-C, 8 pad LED retroilluminati, 8 manopole, 4...
  • SEGUITE L’ISPIRAZIONE: MiniLab 3 è un controller a tastiera di facile utilizzo che si adatta alle vostre esigenze, al vostro stile e flusso di lavoro, per consentirvi di fare musica come più vi...

Essendo uno strumento che invia segnali digitali per poterla usare occorre prima di tutto avere un dispositivo elettronico compatibile a cui connettere la tastiera e che, tramite un apposito software, leggerà i suoni. Servirà quindi un pc, Windows o Mac, un software audio, una Controller Keyboard e un cavo di collegamento MIDI-USB.

In seguito si andrà a collegare l’ingresso MIDI della tastiera all’ingresso del pc su cui è stato preventivamente installato il software, come ad esempio, tra i più rinomati, Ableton, Cubcase, Logic Pro e altri idonei. A questo punto sarà il computer ad elaborare ciò che la tastiera gli invierà, trasformarlo in suoni e salvando il tutto in materiale lavorabile.

Caratteristiche

Tastiera Midi caratteristiche

Ci sono svariate caratteristiche su cui soffermarsi a fare attenzione durante la scelta di una tastiera MIDI. In primo luogo il numero dei tasti bianchi e di quelli neri, la pesatura dei tasti, la tipologia di controller, gli effetti in dotazione e il tipo di connettività.

  • Numeri dei tasti

È importante, a prescindere dall’uso che se ne vuole fare, da semplici esercitazione in casa, elaborazioni in studio o esibizioni dal vivo, tenere conto del numero di tasti bianchi e di quelli neri di cui una tastiera MIDI dispone.

Una tastiera con un numero maggiore di tasti permette di avere una più ampia estensione di ottave, che sono gli intervalli di 12 tasti, 7 bianchi e 5 neri. In vendita troviamo diversi modelli, i più conosciuti sono i seguenti:

  • 25 tasti, ovvero delle tastiera MIDI mini o portatili, che hanno un’estensione di due ottave. Sono più leggere e facilmente trasportabili, proprio per le loro dimensioni ridotte, inoltre sono tra le più economiche, adatte soprattutto ai principianti, dotate di diverse funzionalità di base.
  • 37 tasti, sono tastiera MIDI compatte che dispongono di tre ottave, anche loro facili da trasportare. A parte una dimensione leggermente maggiore sono molto simili alle precedenti.
  • 49 tasti, queste tastiere MIDI sono più lunghe, con quattro ottave, meno compatte e particolarmente usate dai professionisti. Tuttavia possono andar bene anche ai neofiti o chi vuole imparare a suonare il piano senza spendere eccessivamente.
  • 61 tasti, ovvero tastiere MIDI con un estensione di cinque ottave, dotate di controller keyboard. Sono ideali per chi fa esercitazioni di livello avanzato, da semi professionista, senza comprare necessariamente una tastiera molto più ingombrante.
  • 88 tasti, questa tastiera, con ben sette ottave è per professionisti e pianisti esperti. Chiamata anche “pianoforte digitale” ha proprio tutte le caratteristiche di un pianoforte acustico. È caratterizzata inoltre da tasti pesati, in grado cioè di simulare il martelletto di un pianoforte e il suo stesso tocco. Una tastiera in grado di suonare ogni genere musicale.
  • Pesatura dei tasti

Come detto in precedenza un tasto pesato riproduce il tocco del martelletto di un pianoforte acustico, che successivamente fa vibrare la corda. Questa caratteristica offre una sensazione di resistenza che il tasto rilascia con la pressione del tocco, pressione che diminuisce man mano che le note diventano più gravi, verso sinistra.

Nelle tastiere MIDI non ci sono martelletti fisici che possono regolare questa sensazione, di conseguenza è stato sviluppato il sistema di pesatura dei tasti, ed è possibile dividerlo in tre tipi, tasti non pesati, semi pesati e pesati.

Nelle tastiere con tasti non pesati, dette anche Synth-Action, come possiamo immaginare non viene offerta alcuna sensazione di pressione al tocco dei tasti, questo permette di suonare in maniera più rapida.

Sono certo ideali per chi non ha necessità o voglia di avere la stessa sensazione di suonare un pianoforte. Questi tasti hanno inoltre una forma detta Diving Board, ovvero a trampolino.

Le tastiere che hanno invece tasti semi-pesati, dette anche Semiweighted, troviamo velocità e una maggiore resistenza, sono quindi più versatili, una valida soluzione per chi si avvicina al mondo della composizione ma anche per chi è già esperto. La forma dei tasti in questo caso è detta Waterfall, molto simile a quella dei pianoforti ma senza la classica sporgenza sull’estremità.

Nelle tastiere con tasti pesati infine ritroviamo con gran fedeltà la sensazione di resistenza al tocco che si prova suonando un pianoforte acustico. Dotate anche di Graded Hammer Action per dare un peso decrescente ai tasti quando si va dall’estremità sinistra a quella a destra.

Sono tastiere usate da professionisti, particolarmente utili per la composizione di vari generi musicali, tra cui la musica classica. La forma di questi tasti è detta Liped, e ricorda proprio la classica sporgenza dei tasti di un pianoforte.

  • Tipi di controller

A differenza di un pianoforte una tastiera MIDI, data la sua natura di strumento digitale, è dotata di un controller, composto da manopole, tasti di comando e un PAD, strumenti di grande utilità per sfruttare svariate funzioni.

Le manopole, denominate Knob, in genere disposte sopra i tasti, hanno tre funzioni essenziali, regolare la frequenza del segnale, modulare il segnale dl campione in riproduzione e regolare il volume in uscita.

I tasti di comando invece svolgono azioni basilari come il play, lo stop e il loop di una traccia, ma anche funzioni più particolari come quella di salire o scendere di un’ottova e controllare il software in utilizzo grazie ad un piccolo tastierino direzionale.

Il PAD, in alcune tastiere Drum Pad, è utile per impostare la base ritmica della melodia che si sta elaborando.

  • Effetti

Sicuramente le migliori tastiere MIDI sono quelle che mettono a disposizione l’utilizzo di una serie di effetti, particolarmente d’aiuto per chi fa esibizioni. Questi effetti servono soprattutto per modulare, prolungare o distorcere i suoni. Tra i principali effetti ce ne sono alcuni che non dovrebbero mai mancare in una buona tastiera, e sono:

  • Arpeggiatore: di grande utilità per chi produce musica elettronica o live, questo effetto riproduce in sequenza le note di un accordo suonato. La velocità delle note varia in base alla frequenza dell’oscillatore e la sequenza può essere di vari tipi, ascendente, discendente, casuale o alternata.
  • Aftertouch: effetto anch’esso molto utile se si stanno suonando strumenti elettronici, serve ad enfatizzare un passaggio melodico specifico creando un effetto di vibrazione sulla nota.
  • Pitch-Bend Wheel: ovvero un controller a forma di rotella che troviamo nella parte sinistra della tastiera e che permette di dare alle note delle sonorità più acute o più gravi. Per applicare l’effetto occorre solo suonare la nota e muovere la rotella avanti, se la si vuole più acuta, o indietro se la si vuole più grave.
  • Modulatore ad anello: anch’esso ha una forma a ruota e si trova in genere vicino alla pitch bend, permette di enfatizzare e modulare la nota suonata, un effetto simile alla vibrazione di una frequenza regolata tramite rotella.
  • Tipi di connettività

Essendo una tastiera digitale per funzionare correttamente occorre che sia connessa ad un dispositivo e che anche il suo software lo sia, per questo si può affermare che ci sono tre tipi di connettività fondamentali per usare una tastiera MIDI.

Partiamo dalla connessione tramite USB, presente in quasi tutte le tastiere e in genere usata per connetterle al pc o ad una stazione digitale. Queste tastiere hanno quindi un output micro USB e un cavo venduto in dotazione.

A seguire troviamo la porta in formato MIDI, necessaria per la connessione ad altri dispositivi. Possiamo trovarne tre tipologie, input, ovvero che riceve il segnale MIDI, output, che al contrario lo invia e throughput che invece trasmette il segnale MIDI tramite due dispositivi.

Infine abbiamo il Sustain, una porta che serve al collegamento di un pedale, dal medesimo nome, che ha la funzione di prolungare una nota suonata senza usare le mani. Molto utile laddove la tastiera sia usata per esibizioni dal vivo.

Queste appena elencate sono le connettività fisiche, per quanto concerne invece la connettività di sistema bisogna disporre di un software sequencer, ovvero un dispositivo in grado di registrare, riprodurre e modificare una melodia fornita tramite segnali e informazioni di diversi formati tra cui il formato MIDI.

Generalmente forniti insieme alla tastiera, ma acquistabili anche separatamente, ci sono diversi software che hanno questo scopo e in molti casi sono implementati da funzionalità aggiuntive e avanzate. Possiamo citare i migliori e più quotati dagli utilizzatori come Cubcase, Ableton, Ignite, FL Studio, Garage Band Pro Tools, Logico Pro, Pyramix.

Classifica top7 delle migliori tastiere MIDI

Tastiera Midi migliore

  • M-Audio Keystation 88 tasti – Miglior tastiera MIDI

Offerta
M-Audio Keystation 88 MK3 – Tastiera controller MIDI a 88 tasti semipesati per il controllo...
  • Unità per la produzione musicale – Tastiera controller MIDI con 88 tasti semipesati e sensibili alla velocity per il controllo MIDI di strumenti virtuali, campionatori software e synth plug-in

Questa tastiera MIDI della M-Audio con 88 tasti waterfall semi-pesati è tra le migliori, un ottimo compromesso tra il digitale e il pianoforte acustico. Garantisce velocità e resistenza adattandosi bene a qualsiasi tipo di strumento.

È un modello veramente versatile, adatto quindi sia agli esperti che ai neofiti. In dotazione con la tastiera, compatibile anche con i dispositivi iOS, viene fornito il software Ableton Live Lite. Ed è un ulteriore punto a suo favore il buon rapporto qualità/prezzo.

  • Nektar Panorama P4

Offerta
Nektar Panorama P4 - Controller midi
  • Controller midi avanzato con 49 tasti synth-action ultra-expressive e aftertouch

Tra i migliori modelli di tastiere MIDI troviamo poi la Nektar Panorama, di fascia alta, dispone di 49 tasti synth-action, ovvero non pesati, risulta quindi molto veloce. È dotata inoltre di 12 pad sensibili alla pressione e alla velocità con modalità scale e velocity spread.

Questa tastiera è compatibile con il software tedesco Cubcase, a detta di molti uno dei più potenti, ma anche con Logic Pro X, Bitwig Studio e Reason, in generale tutti programmi che offrono svariate funzionalità ed effetti per creare in maniera rapida e intuitiva la musica che si desidera.

  • Yamaha SNP32B 76 tasti

Offerta
Yamaha Keyboard Piaggero NP-32B Tastiera Leggera, Design da Pianoforte, con 76 Tasti Graded Soft...
  • Esperienza musicale autentica: goditi la pura gioia della musica grazie ai suoni versatili e alla facilità d'uso; design leggero e sottile con pochi tasti funzione, compatta come non mai

Restando in fascia alta tra le migliori tastiere MIDI troviamo quella a marchio Yamaha con 76 tasti graded soft touch, ovvero sensibili al tocco. Dispone di 64 note polifoniche, 10 voci e 4 tipi di riverbero. È un modello, malgrado le dimensioni non piccole, leggero e pratico, ideale per chi vuole esercitarsi con un pianoforte senza spendere troppo.

Il software in dotazione permette di registrare i brani e ha altre funzioni interessanti come il metronomo, il transpose e il dual se si vuole suonare più di una strumento in contemporanea. La connessione USB permette il collegamento rapido a vari dispositivi tra cui anche quelli Apple.

  • Yamaha PSR-F51 61 tasti

Yamaha Digital Keyboard PSR-F51 – Tastiera Digitale ideale per principianti – Design compatto...
  • Divertente e facile: grazie alla facilità d'uso, alle funzioni didattiche e al design leggero trasportabile, la tastiera digitale PSR-F51 è lo strumento musicale ideale per i principianti

Ancora tra le migliori tastiere MIDI troviamo un altro modello della marca Yamaha, ma dal prezzo più contenuto e dal design compatto, con 61 tasti, 120 voci e 114 ritmi. È più semplice da usare rispetto alla precedente, ideale soprattutto per chi è alle prime armi. Anch’essa è dotata di metronomo e di alimentazione oltre che AC anche a batteria.

Tra le sue funzionalità troviamo il Sustain e il Turning, per prolungare l’effetto della nota e modificare l’accordatura in rapporto ad altri strumenti. È presente inoltre un comodo leggio e la possibilità per due persone di suonare in contemporanea.

  • Alesis Q49

Alesis Q49 MKII - Tastiera MIDI Controller a 49 note con tasti sensibili alla velocity e software di...
  • Unità per la produzione musicale e di beat – Controller MIDI alimentato via USB con 49 tasti sensibili alla velocity per la produzione musicale, gestione dei synth virtuali e la produzione di beat

Il modello Alesis Q49 rientra con merito tra le migliori tastiere MIDI. Come suggerisce il nome dispone di 49 tasti synth-action, particolarmente sensibili alla velocità e alla pressione, caratteristica che la rende valida sia per i professionisti che per chi si esibisce dal vivo. Ma può essere un buon strumento anche per principianti.

A differenza di altre la sua alimentazione elettrica, oltre che tramite cavo, può avvenire anche tramite porta USB, in collegamento al pc. In dotazione ha un software gestionale molto intuitivo, tra i migliori anche il rapporto qualità/prezzo.

  • Yamaha PSS-A50

Yamaha Digital Keyboard PSS-A50 – Tastiera Digitale portatile e leggera – Con 37 tasti dinamici,...
  • Uno strumento musicale tutto fare: adatto per realizzare idee musicali a casa o in viaggio, la mini tastiera elettronica PSS-A50 offre un suono eccezionale, effetti fantastici e controllo creativo

Uno dei migliori modelli compatti di tastiera MIDI di casa Yamaha, questa tastiera con 37 tasti sensibili al tocco, dispone di 32 note di polifonia, 42 suoni strumentali, 138 tipi di arpeggio e 34 tipologie di effetti. Risulta un eccellente scelta per chi ama comporre in casa o in studio, difatti è molto facile il suo trasporto, date le dimensioni contenute.

La sua alimentazione prevede la possibilità di usare la connessione USB o in alternativa 4 pile AA. Grazie all’arpeggiatore alimentato è possibile creare svariati ritmi e melodie, dispone inoltre della funzione di registrazione e loop. Interessante anche il suo prezzo che risulta tra i più economici.

  • Akai Professional MPK Mini MK2

AKAI Professional MPK Mini MKII - Tastiera MIDI Controller USB con 25 Tasti, 8 PAD, Potenziometri e...
  • Controller MIDI USB con 25 tasti sensibili alla velocity e action in stile synth, più pulsanti di ottava per l'estensione del range melodico

Concludiamo la classifica delle migliori tastiere MIDI con il modello Akai Professional Mini, super compatta, con 25 tasti synth action, non pesati ed estremamente sensibili a velocità e pressione. Il suo formato mini la rende ottima per portala ovunque senza difficoltà.

È dotata inoltre di un joystick, detto pitch bend, che consente di modificare in maniera temporanea l’altezza dei suoni e la modulazione degli stessi. Ha inoltre un ingresso posteriore per il pedale Sustain e il collegamento USB è compatibile con tutti i dispositivi. Ottimo il suo costo che la inseriscono con merito tra le tastiere con il miglior rapporto qualità/prezzo.

Lascia un commento