Climatizzatore Mitsubishi: Guida alla scelta con classifica top 5 dei migliori

Un climatizzatore Mitsubishi è un elettrodomestico necessario al giorno d’oggi; ottimo alleato contro il caldo estivo che diviene sempre più insopportabile, il climatizzatore può donare nuovamente il giusto fresco di cui si ha bisogno nelle giornate più calde dell’anno.

Però, un investimento del genere non è utile solamente d’estate, in quanto i climatizzatori Mitsubishi ora dispongono anche della possibilità di donare calore nelle giornate invernali più rigide.

Oltre l’aria calda e fredda, oggi sul mercato sono presenti climatizzatori molto meno limitati che dispongono di moltissime funzioni aggiuntive che possono migliorare gli ambienti domestici anche in termini di qualità dell’aria e di purificazione.

Un climatizzatore Mitsubishi consente di ottenere un ambiente casalingo più confortevole e accogliente, soprattutto per gli ospiti, che si sentiranno a loro agio sia d’inverno che d’estate. Tuttavia è importante non fare confusione tra “climatizzatore” e “condizionatore“, perché sebbene si somiglino, non sono la stessa cosa.

Un condizionatore consente di impostarlo tra i vari livelli di potenza che dispone, ma non permette la scelta della temperatura. Al contrario, il climatizzatore possiede un termostato che può rilevare con molta precisione la temperatura ambientale circostante e mantenerla sempre uguale.

Esistono moltissime tipologie e funzionalità di climatizzatori pMitsubishi resenti in commercio, e tra le aziende leader che ne producono, Mitsubishi è tra le più famose in assoluto. Nata in Giappone, è la più grande compagnia finanziaria del Sol Levante, ma anche una delle più importanti al mondo.

I climatizzatori Mitsubishi sono tra i più conosciuti e acquistati, ma in commercio si trovano molti modelli, la maggior parte dei quali hanno funzioni e funzionalità molto diverse.

Per tale ragione, qualora si decide di acquistare un climatizzatore – che sia per far fronte alla stagione invernale o a quella estiva – è opportuno conoscere le varie caratteristiche di questi elettrodomestici per orientarsi al meglio verso un acquisto consapevole.

Come scegliere un climatizzatore Mitsubishi

  • Superficie

Non tutti i climatizzatori Mitsubishi sono adatti a riscaldare o rinfrescare determinati ambienti; per questo motivo è opportuno fare una valutazione preventiva e capire in che stanza l’apparecchio andrà ad operare. Fare questa scelta è importante sia per far sì che le prestazioni del climatizzatore abbiano effetto e siano valide, sia per ottimizzare il risparmio energetico.

La superficie che un climatizzatore può coprire si misura in BTU (British Thermal Unit).
A seconda dei metri quadrati della stanza andrà scelto di conseguenza un dispositivo che sia in grado di climatizzare Mitsubishi con un certo valore di BTU quella determinata stanza.

  • Tipologia

Un climatizzatore Mitsubishi essere fisso o portatile. Le due tipologie differiscono notevolmente l’una dall’altra, anche nel prezzo.

  • Un climatizzatore portatile può essere spostato facilmente per raffreddare stanze diverse e presenta alcune somiglianze rispetto ai climatizzatori fissi nel funzionamento. Tuttavia non necessitano di installazione e sono piuttosto compatti, quindi non occupano molto spazio.
  • Il climatizzatore fisso invece, una volta installato in un ambiente, resterà sempre lì, pronto all’utilizzo.

Un climatizzatore può essere anche:

  • A pompa di calore: rinfresca la casa d’estate ma la riscalda d’inverno. È utile durante le mezze stagioni per mantenere la giusta temperatura negli ambienti;
  • Inverter: modalità che favorisce un risparmio energetico del 30% e permette all’apparecchio di durare di più nel tempo.

Tra i climatizzatori Mitsubishi fissi si possono riconoscere diverse tipologie:

  • Climatizzatore fisso monosplit Mitsubishi: è un climatizzatore composto da un’unità esterna in cui è posizionato il motore e una interna che diffonde l’aria fresca e deumidificata.
  • Climatizzatore fisso multisplit Mitsubishi: questo climatizzatore è ideale sia per raffreddare che per riscaldare più ambienti, perché possiede un’unica unità esterna con un motore collegato a più unità interne. Se sono due sarà un dual-split, mentre se sono tre sarà un trial-split.
  • Costi

Per risparmiare sul costo complessivo della bolletta è opportuno acquistare un climatizzatore Mitsubishi che rispetti l’ambiente innanzitutto, quindi deve essere di classe A oppure A+++.
Maggiore sarà la classe, massima sarà l’efficienza energetica e quindi il risparmio in bolletta.

In merito ai costi di acquisto, questi potrebbero essere più elevati, soprattutto quando si decide di acquistare un climatizzatore Mitsubishi di fascia medio-alta o alta. I migliori climatizzatori Mitsubishi in commercio appartengono ad una fascia alta, sono perciò più costosi e presuppongono un budget di partenza più alto.

Tuttavia, in caso di manutenzione, Mitsubishi produce sempre i vari ricambi per i suoi modelli di climatizzatori, viene quindi a mancare il rischio di dover cambiare climatizzatore in caso di guasto.

Per un utilizzo estivo più economico, un climatizzatore va impostato su una temperatura ideale che è di 25°, ma se si punta a ridurre ancora in più i consumi, allora la modalità perfetta è quella di deumidificazione che molto spesso è sufficiente per ottenere un clima sopportabile e piacevole.

  • Rumorosità

Per quando concerne il rumore che queste macchine producono, è bene tener presente che varia in base alla tipologia di condizionatore. I portatili sono acusticamente più fastidiosi e percepibili, perché contengono tutto in un’unica macchina compatta. Al contrario i fissi sono molto meno rumorosi, perché il motore si troverà contenuto nell’unità esterna.

Per capire se un climatizzatore è rumoroso basterà far riferimento ai decibel, un parametro che ne indica la rumorosità in base alla percezione umana.
Per fortuna tutti i modelli attualmente in commercio, specialmente i migliori climatizzatori Mitsubishi sono tutti molto silenziosi.

A quale fascia economica appartengono i climatizzatori Mitsubishi

I migliori climatizzatori Mitsubishi appartengono ad una fascia di prezzo tendenzialmente alta perché sono in grado di garantire affidabilità e capacità di raffreddamento (o riscaldamento) davvero elevate e costanti.

Se inoltre rientrano nella fascia A oppure A+++ avranno un consumo energetico minore, consentiranno di risparmiare costi notevoli in bolletta durante l’utilizzo, ma la spesa iniziale sarà più esosa.

Funzioni principali di un climatizzatore Mitsubishi

Climatizzatore Mitsubishi con telecomando

Rispetti ai climatizzatori di un tempo, quelli odierni sono muniti di molteplici capacità e interessanti funzionalità che migliorano l’esperienza d’utilizzo, oltre a garantire la presenza di funzioni adatte alle proprie esigenze di comfort.

  • Telecomando: il telecomando è un dispositivo che consente la regolazione del climatizzatore a distanza in tutte le sue funzionalità disponibili.
  • Wi-Fi: i climatizzatori più avanzati dispongono anche del Wi-Fi integrato per modificare e regolare – al pari del telecomando – le funzioni attraverso PC, Tablet o Smartphone.
  • Timer: il timer è una funzionalità molto utile per programmare gli orari di accensione e spegnimento automatico del climatizzatore, quando non si ha modo di farlo manualmente.

È possibile anche migliorare la qualità dell’aria o purificarla, attraverso funzioni come:

  • Deumidificatore: il deumidificatore riduce drasticamente l’umidità all’interno dell’ambiente, portando via anche la sensazione di caldo afoso. Inoltre, riesce a mantenere costante la temperatura.
  • Ionizzatore: questo emette ioni negativi, i quali possono tornare utili per creare un giusto equilibrio con quelli positivi all’interno dell’ambiente ospitante, creati dalle apparecchiature elettriche, se presenti.
  • Purificazione: come suggerisce il nome, questa possibilità rinnova l’aria, purificandola letteralmente da virus e batteri.

Per regolare al meglio la temperatura della stanza, esistono invece più modalità da alternare a seconda delle esigenze, di seguito alcune delle più importanti:

  • Ventilazione: permette il riciclo dell’aria, ma non rinfresca, né riscalda l’ambiente, proprio come il ventilatore che fa circolare l’aria.
  • Turbo: velocizza il processo di raffreddamento o raffrescamento dell’ambiente e raggiunge velocemente la temperatura scelta.
  • Sleep: questa modalità regola la temperatura circostante in funzione della temperatura corporea di chi è presente nella stanza e serve durante la fase notturna per mantenere fresco l’ambiente e il corpo di chi dorme.

Consigli per un corretto utilizzo di un climatizzatore Mitsubishi

  • Per quanto sia piacevole l’aria fresca d’estate, il getto di un climatizzatore non deve mai essere puntato direttamente addosso.
  • Ciononostante bisogna evitare dispersioni verso l’esterno. È bene tenere a mente che porte e finestre devono essere rigorosamente chiuse durante l’utilizzo di un climatizzatore, altrimenti tutto il lavoro delle macchine si disperderà all’esterno e non si trarrà alcun beneficio.
  • Sarebbe opportuno far sì che le unità esterne – posizionate fuori – non si trovino al sole, bensì all’ombra, in quanto esposte al sole le unità esterne si usurano prima.
  • Cambiare e pulire regolarmente i filtri interni; questa operazione serve per il benessere proprio e degli altri, in quanto non pulire i filtri costringe a respirare aria inquinata, pertanto questa operazione andrebbe fatta in particolare dopo lunghi periodi di inutilizzo.

Classifica top5 dei migliori climatizzatori Mitsubishi

Climatizzatore Mitsubishi migliore

Tra i climatizzatori Mitsubishi attualmente presenti sul mercato, i migliori cinque sono:

  • Mitsubishi Electric red – Miglior climatizzatore Mitsubishi

Il climatizzatore Mitsubishi Electric monosplit in colore rosso, è un perfetto alleato contro il caldo e il freddo.

Dal design moderno, si adatta a qualsiasi ambiente.

Dotato della funzione “inverter” che favorisce un importante risparmio in bolletta anche grazie alla sua classe energetica di fascia A+++, raggiunge i 12.000 BTU e riesce quindi a rinfrescare o riscaldare ambienti oltre i 40 mq.

Composto da un’unità esterna e una interna, permette anche una pulizia ottimale dell’aria mediante la modalità purificazione.

  • Mitsubishi Kirigamine ZEN nero

Tra i migliori climatizzatori Mitsubishi, nella fascia più ampia di prezzo e di prestazioni vi è il Kirigamine ZEN.

Dall’estetica accattivante e un design estremamente moderno, questo climatizzatore si adatta agli ambienti più eleganti, garantendo elevate prestazioni sia in termini di caldo che di freddo.

D’estate può infatti rinfrescare qualsiasi ambiente, ma in inverno, in mancanza di riscaldamenti alternativi, è un ottimo sostituto.

Regolabile grazie al telecomando, che ne consente un comodo uso a distanza.

Dotato di molteplici funzionalità, il Kirigamine ZEN risulta essere il top di gamma della Mitsubishi e nonostante il prezzo particolarmente esoso, è un elettrodomestico notevolmente performante che non passa inosservato.

  • Mitsubishi MSZ-HR35VF bianco – Climatizzatore Mitsubishi con telecomando

Offerta
Mitsubishi Electric MSZ-HR35VF Climatizzatore a Parete, Modello 2018
  • Sistema dc inverter che permette di raggiungere prima l temperatura richiesta e l mantengono stabile, senza sbalzi fastidiosi; a vantaggio del comfort e dei consumi elettrici

Il climatizzatore Mitsubishi Electric MSZ-HR35VF a parete è un sistema che include la modalità “inverter”, utile per ridurre i consumi in bolletta, ma soprattutto per velocizzare le operazioni di riscaldamento o raffreddamento degli ambienti.

Con soli 21 decibel di percezione, offre il massimo delle prestazioni nel modo più silenzioso possibile anche grazie alla sua classe energetica elevata che oscilla da A++ per le temperature fredde e ad A+ per le temperature calde.

Anche questo modello è dotato di controllo attraverso il Wi-Fi e ha un sistema split, con un componente esterno, uno interno e il telecomando per impostare le varie funzionalità a distanza.

Con l’inclusione del timer, questo consente di impostare quando deve avvenire l’accensione e lo spegnimento della macchina che quest’ultima farà in piena autonomia.

  • Mitsubishi Electric ‎MSZ-HR25VF

Il climatizzatore Mitsubishi Electric MSZ-HR35VF con sistema split, consente un impianto in grado di riscaldare e raffreddare i vari ambienti, a seconda della quantità di BTU che il climatizzatore riesce a ricoprire.

Grazie all’inclusione della modalità “inverter“, questo apparecchio permette di ottenere ottimi risparmi in bolletta, specialmente per merito della sua classe di efficienza energetica: che oscilla tra A+ e A++ (a seconda se il climatizzatore è in modalità raffrescamento o riscaldamento) la quale riduce i consumi, ma può anche raggiungere in breve tempo la temperatura desiderata senza provocare sbalzi.

Con soli 21 decibel, questo climatizzatore con un’unità interna e una esterna risulta particolarmente silenzioso nonché performante.

  • Mitsubishi MSZ-HR25VF

Questo climatizzatore fisso Mitsubishi con sistema split, è tra i migliori del brand, ed offre ottime funzioni di riscaldamento e raffrescamento, mediante la sicurezza della modalità “inverter” che consente di non creare sbalzi eccessivi di temperature all’interno delle stanze e al tempo stesso fa raggiungere in fretta le temperature desiderate.

Visti i suoi 9.000 BTU, si adatta a stanze di massimo 40 mq, e con un’unità esterna e interna e una classe di efficienza energetica pari ad A++, rende gli ambienti casalinghi più confortevoli e accoglienti, garantendo la massima silenziosità durante il lavoro.

Dotato di telecomando e timer integrato, consente di monitorare e regolare ogni funzionalità, a seconda delle esigenze personali.

Lascia un commento