Cavalletto alzamoto: A cosa serve? Classifica dei migliori in commercio

Il cavalletto alzamoto non è altro che un solido supporto che va a tenere la moto in una posizione perpendicolare rispetto al piano d’appoggio, è un tipo di accessorio che può tornare molto utile per la manutenzione della moto, risultano in particolare fondamentali per tutte quelle moto composte da ruote senza il cavalletto o che si ritrovano un solo cavalletto laterale, come ad esempio le moto stradali.

Tendenzialmente i cavalletti alzamoto vengono realizzati in acciaio, ma anche titanio o alluminio. Quelli di titanio risultano essere meno reperibili sul mercato, o comunque si trovano più che altro in negozi specializzati, quelli in alluminio risultano meno robusti rispetto a quelli fatti in acciaio.

Perché comprare un cavalletto alzamoto

Il suo acquisto è molto ultime sopratutto per il fatto che si va a preservare l’integrità delle ruote al massimo, evitando così che le ruote vadano incontro a deformazioni in quanto va a mancare l’azione del peso del veicolo.

Al di la del motivo della manutenzione per chi tende a lasciare la moto per il periodo invernale ferma nel garage è uno strumento che può tornare molto utile per preservare le ruote e per non farle deformare, in particolare tutti quei veicoli con cui si vanno a svolgere competizioni, supersportive, cross, trial risulta fondamentale una manutenzione quanto più accurata possibile e di preservare il più possibile le ruote nei periodi in cui la moto non viene utilizzata.

Ma anche per tutti quei soggetti che si occupano proprio di manutenzione dei veicoli risulta un vantaggio avere questo strumento, in quanto rende più semplice e pratico tutto il lavoro che riguarda la manutenzione, effettuando nella massima autonomia la rimozione di alcune componenti della moto.

Funzioni del cavalletto alzamoto

La sua funzione principale è quella di far distaccare dal suolo le ruote in modo da poter svolgere in autonomia tutta la manutenzione di cui la moto ha bisogno in totale comodità, permette di mantenere inalterato quello che è lo stato delle ruote evitando tutte le varie deformazioni geometriche a cui le cuore possono andare incontro le ruote, in quanto c’è il rischio che potrebbero deformarsi.

Tutti i cavalletti alzamoto tornano utili anche per cambiare l’olio o anche per un lavaggio più accurato e approfondito. Inoltre, il cavalletto può tornare utile quando si deve lasciare la moto in garage per un lungo periodo, solitamente questo accade molto spesso in inverno, in quanto si tende a usare di meno la moto e anche in questo caso non si fa altro che andare a preservare l’integrità delle ruote che sono libere dal peso della moto senza andare incontro a deformazioni.

Tipologie

cavalletto alzamoto anteriore

Nel mercato troviamo diverse tipologie di cavalletti alzamoto, come diverse caratteristiche, possiamo infatti trovare il cavalletto alzamoto anteriore, posteriore oppure off road.

Quello anteriore consente di effettuare un sollevamento nella parte anteriore, in particolare, quello di tipo “sottocanotto” è regolabile in altezza, l’altro tipo è il “sottoforcella” che non è però regolabile in altezza come l’altro.

Quello posteriore invece permette di effettuare il sollevamento dalla parte posteriore, questo tipo di sollevamento permette di sostituire quelli che sono i dispostivi di trasmissione.

Il cavalletto alzamoto posteriore lo possiamo trovare di due tipi: forcelloni monobraccio oppure forcelloni bibraccio, in quest’ultimo a sua volta distinguiamo altre due tipologie, cioè cavalletti con attacco a forchetta e cavalletti con attacco universale.

Poi abbiamo il cavalletto moto enduro, che è adatto e specifico proprio per le moto enduro, questo tipo di cavalletto va a sostenere il veicolo nella parte inferiore del motore, e si solleva mediante un’apposita leva, riesce a sostenere un massimo di 180 kg, questo tipo è più indicato in quesi casi in cui si devono andare a rimuovere entrambe le ruote della moto, anche per ingrassaggio, per la rimozione di forcella completa, il modello enduro è indicato anche per moto cross e supermotard, il veicolo viene sollevato mediante un sistema di leveraggi, i cavalletti enduro migliori si riconoscono quando hanno un’area d’appoggio composta da un rivestimento in gomma in modo tale da evitare graffi e anche la presenza di cuscinetti che non fanno altro che andare a migliorare l’azione del sollevamento.

Poi abbiamo ancora il cavalletto moto centrale a perno passante, permette il sollevamento di retrotreno e avantreno, ma anche di entrambi, il supporto in questo caso va posizionato sotto il basamento, in questo caso rimangono estese le sospensioni permettendo quindi la loro rimozione in modo del tutto completo, permettono quindi lo smontaggio di: cannotto, forcella, piastre di sterzo.

Prezzi generici e modelli di cavalletto alzamoto

I modelli di cavalletti alzamoto possono essere: anteriori, posteriori, enduro, ogni modello può essere fatto in acciaio, titanio o alluminio.

Il cavalletto alzamoto anteriore permette di sollevare il pneumatico anteriore e può essere di tipo sottoforcella e sottocanotto, quello sottocanotto si può regolare in altezza, quello da forcella risulta ideale per andare a rimuovere la ruota anteriore e anche i dischi, ma anche per rimuovere il parapolvere.

Il cavalletto posteriore permette invece il sollevamento della ruota posteriore in modo da regolare o effettuare sostituzione di dispositivi di trasmissione, oppure per rimuovere la ruota posteriore e i dispositivi di trasmissione, si usa in quei casi in cui si necessita di alzare la moto per il cambio di entrambe le ruote, per la sostituzione di ingrassaggio e per rimuovere forcella.

Altro tipo di cavalletto è il cavalletto moto centrale a perno passante che permette di effettuare il sollevamento di avantreno, retrotreno o tutti e due, generalmente viene usato per gli stessi fini del cavalletto moto enduro.

I cavalletti alzamoto enduro sostengono entrambe le ruote e la sollevano tramite dei leveraggi con una apposita leva, hanno una portata massima di 180 kg.

Per le moto con forcelle asimmetriche è ideale optare per cavalletti alzamoto anteriore con attacchi a cono e posteriore con attacchi a forchetta, insieme riescono a sollevare 600kg di carico massimo, nella parte inferiore presentano delle ruote che ne facilitano il sollevamento, presenta anche delle barre laterali di rinforzo per una maggiore sicurezza e per una maggiore stabilità.

Per quanto riguarda a prezzi partono dai 30 euro per gli alzamoto di base fino a 180 euro. Quelli costruiti in titanio sono invece particolarmente cari.

Consigli per scegliere il migliore

Il primo consiglio è sicuramente quello di scegliere un cavalletto di buona qualità, in modo da non mettere in pericolo sia la propria incolumità e anche quella della moto, basta andare ad optare per una buona coppia di alzamoto per stare sereni.

Poi bisogna anche fare attenzione agli appoggi, non devono fare attrito, perché se il metallo dell’accessorio va a fare attrito con il metallo della moto quest’ultima tende a graffiarsi.

Prima della scelta è utile valutare le proprie esigenze in base all’utilizzo che se ne deve fare, in base alle caratteristiche di ogni cavalletto è semplice riuscire a individuare quello che può fare maggiormente a caso nostro.

Quelli più reperibili sul mercato sono sicuramente quelli fatti in acciaio e alluminio.

Una coppia tradizionale di cavalletti in acciaio vanno bene se si vuole fare manutenzione base come dei semplici cambi di olio, sostituzione delle ruote e pulizia, se invece si vuole andare a sostituire spesso l’olio della forcella ideale è andare ad abbinare un cavalletto anteriore sottocanotto e uno posteriore, oppure optare per un cavalletto a perno passante, in alcuni casi non basta avere un solo modello alzamoto, per alcuni interventi serve che la moto venga sollevata completamente e quindi mantenuta in posizione orizzontale, esempi di interventi in cui servono due accessori sono ad esempio il cambio d’olio in cui diventa indispensabile avere la moto in una posizione orizzontale, ma anche per chi vuole tenere la moto ferma per un lungo periodo di tempo necessita di due dispostivi in modo da preservare entrambe le ruote allo stesso modo, altro caso in cui è necessario avere il veicolo completamente alzato è il lavaggio di esso, in modo da lavare al meglio tutte le parti del veicolo e anche in modo da riuscire maggiormente a non bagnare le parti che non vanno bagnate.

Esistono sul mercato modelli universali ma prima di valutare l’acquisto di un modello universale bisogna andare a verificarne la compatibilità, per le moto enduro e cross ad esempio ci sono modelli adatti e il modello universale potrebbe non adattarsi.

Classifica top7 dei migliori cavalletti alzamoto

cavalletto alzamoto migliore

  • MSW Motor Technics – Miglior cavalletto alzamoto

Fatto il lega di acciaio, il suo utilizzo è molto semplice e intuitivo, si aziona infatti tramite un pedale, ha una capacità di carico di 150 kg, il peso dell’articolo è di 27 chilogrammi, l’altezza minima di 35 centimetri, quella massima di craca 87 cm.

Ideale per sostenere il peso della moto ma anche scooter e bici da enduro, cavalletto che presenta una piattaforma di 41 x 35 cm offrendo posto anche per appoggiare eventuali attrezzi in modo tale da averli vicini.

Questo cavalletto è composto da quattro piedini fatti in acciaio, molto robusti, si possono eseguire lavori, pulizia e manutenzione di ogni tipo in totale tranquillità e comodità, troviamo anche un’asta che blocca il cavalletto all’altezza desiderata.

Questa pedana, oltre che per alzare le moto, proprio grazie alla sua compattezza può anche essere utilizzata per sollevare altri oggetti fino ad un peso di 150 kg.

  • Wiltec

Presentata un design compatto, la sua massima capacità di sollevamento è di 500 Kg, quindi è adatto a motocicli pesanti, si trova una manovella in modo tale da poter regolare il sollevamento e l’abbassamento, è ideale anche per un uso privato nella propria officina, l’altezza dal sollevamento da terra va da 90 a 420 mm, la superficie di appoggio è 450×150 mm.

  • Costway – Cavalletto alzamoto posteriore

Cavalletto a forchetta composto da una guaina di protezione di gomma, fatto di un materiale di alta qualità, realizzato con un tubo di acciaio che gli consente di avere una lunga durata e di non deformarsi col tempo.

Il cavalletto posteriore per moto ritorna utile per tutti quei lavori di manutenzione come il cambio dei pneumatici o lubrificare la catena. Si smonta facilmente e questo permette quindi di occupare pochissimo spazio, risulta facile da montare e smontare.

  • Scar – Cavalletto alzamoto centrale

Cavalletto alzamoto centrale idraulico per moto cross, trial enduro supermoto, regolabile e universale, presenta una leva a meccanismo stabile che rende più facile il sollevamento, grazie alla presenza dell’ammortizzatore idraulico l’abbassamento avviene in modo lento e sopratutto in modo sicuro.

L’altezza si può regolare da 25 a 35 cm. Per proteggere il telaio è presente un cuscino di gomma, la capacità di carico massimo è di 150 kg. E’ inoltre presente un gancio di sicurezza per evitare un brusco ed eventuale abbassamento. E’ facile da usare, la piastra superiore è regolabile in altezza.

  • Motard

Sollevamento massimo di 150kg, portata 300 lb, cavalletto alzamoto universale e adatto a tutte le tipologie di moto, risulta ottimo anche per effettuare tutti quei sevizi di riparazione e manutenzione, grandi dimensioni per la superficie di appoggio, molto importate per garantire una stabilità ottimale, l’altezza si può regalare da 30 a 40 cm tramite maniglia.

  • One

one by Camamoto cavalletto (Alza moto Alzamoto Universale per moto da Cross, enduro, fuoristrada e...
  • COMPATIBILITA' E' possibiCOMPATIBILITA' E' possibile utilizzare questo alzamoto con tutte le moto da cross. Dotato di leva di sollevamento manuale

Alzamoto universale sia per motocross che per enduro, anche trial e fuoristrada, composto da una leva di sollevamento manuale, la sua massima portata è di 150 kg, l’altezza varia da 310mm a 400mm. Ottima qualità e massima leggerezza, costituito da prodotti di alta qualità, il piano si presenta gommato.

  • Cruizer – Cavalletto alzamoto anteriore

Cavalletti alzamoto anteriore composti di attacchi a cono e con attacchi a forchetta posteriormente, presentano delle barre di rinforzo nei due lati e 4 ruote, che vanno a garantire stabilità e si va anche a facilitare il sollevamento.

Ogni cavalletto ha una portata massima di 300kg, aggiungendo anche il cavalletto posteriore possiamo arrivare a sollevare 600kg. Possono essere utilizzati anche su moto che presentano forcelle asimmetriche, con il sistema di serraglio dei bulloni è aumenta la stabilità del mezzo, aumentano il più possibile la sicurezza.

Lascia un commento